venerdì 25 gennaio 2008

solhälsning

saluto al sole. o surya namaskar.

flavia, la mia cara amica che mi ha introdotta alla pratica dello yoga, forse sarà contenta di sapere che da ieri ho ripreso a salutare il sole. e che mi manca (non solo come insegnante).

il wenner-gren offre varie possibilità di svago e socializzazione. il corso di yoga rientra nel ventaglio delle offerte. e per ora sono soddisfatta.



il maestro è ovviamente indiano ed è bello come shiva.

non so se sia merito dello yoga, ma stamattina mi sono alzata facendo meno fatica del solito. e sono già attiva! che sia una ricetta utile per superare il rigore invernale? (a questo punto parlo solo del buio, non del freddo.)

la prossima settimana forse partecipo anche a un corso di cucina. non voglio farmi mancare niente!

9 commenti:

mirio ha detto...

Ciao a tutti quanti.
Si può salutare il sole in un altro modo? Perchè so già che la seconda mossa (quella di piegarsi e di toccarsi i piedi, per intenderci) non è praticabile per me... A proposito di sole, qui oggi è primavera!

lilì ha detto...

Quoto e straquoto :-)))) Sul corso di cucina sono perplesso... avrò dei pregiudizi ma un'italiana deve imparare a cucinare in Svezia? :-)) viva i tortelini bolonesi! ;-)

Giusi ha detto...

se un giapponese mi insegnasse a fare dei maki perfetti sarei felice come una pasqua!
gli "insegnanti" sono semplici appassionati che vivono qui, come noi. la prossima settimana: cucina cubana (qualcosa col pollo, devo controllare la bacheca).
a dire il vero, non appena ho detto che sono italiana... sono stata guardata con aria interessata, quasi a dire: ma allora ci cucinerai qualcosa pure tu?
ah, le provviste per la cucinata comune sono offerte dal wgc :-)
cosa vuoi di più?

Giusi ha detto...

a proposito di cucina, stasera siamo invitati a una festa. e marta, italiana, porterà la BAKLAVA, che io adoro, per tutti, amica turca compresa (che non la sa fare) :-)

lilì ha detto...

Baklava? confesso la mia ignoranza :-( Anzi, visti i miei trascorsi l'ho confusa con la balaclava :-)))) Per i maki magari puoi chiedere a un italo-finlandese che ne sa qualcosa ;-) Miao

Giusi ha detto...

baklava, dolce mediterraneo-mediorientale squisito e piuttosto difficile da fare, con pasta sfoglia sottilissima e pistacchi o noci e spezie. ci sono versioni greche, albanesi, turche, arabe... anni fa ho assaggiato una baklava che veniva direttamente dall'iran e una che veniva dalla siria. me ne sono innamorata. una mia amica diceva che, per fare lo sciroppo con cui bagnare la pasta phyllo, oltre allo zucchero metteva dell'essenza di fiori d'arancio. che bontà. da provare assolutamente!

Giusi ha detto...

fra le tante ricette in rete, questa mi pare ottima e affidabile.
http://www.montag.it/comida/archives/003621.html

un altro dolce turco spettacolare da provare: i lukum.

per chi leggesse da bologna: c'è un signore che ne prepara di stratosferici in via alessandrini, sulla destra andando verso via irnerio, sotto i portici. prepara anche ottimi borek (questi salati).

Davide ha detto...

I byrek di via Alessandrini !!! Proprio all'angolo con piazza S.Martino.
Andateci, anche perchè per Natale quando siamo passati per Bologna ci ha detto il proprietario che per quanto ami Bologna, dopo 15 anni se ne andrà... A quanto dice, lavorando sempre come prima, anzi con la clientela in aumento, ora non ce la fa più. Per cui entro l'anno proverà gli Stati Uniti, dove ha già degli amici.

Anonimo ha detto...

Byrek buonissimi,
e che dire del ristorante greco To steki vicino al teatro comunale a Bo?
gli antipasti, polpette di zucca e spezie...
yum yum! é sempre pieno ma vale la pena

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails