martedì 7 giugno 2011


E visto che non scriviamo da mesi, ecco una foto scattata qualche tempo fa, in occasione della visita di un amico conosciuto nella Turchia curda al confine con la Siria. Bell'incontro, quello, con una cena specialissima: ristorante gestito da una delle poche imprenditrici donne dell'Anatolia, cucina tipica eccezionale, vista sulla Mesopotamia dalla terrazza coperta di una casa siriaco-cristiana della bellissima Mardin. Indimenticabile!

Tornando a Stoccolma, questa è una parte del panorama che si gode da Katarinahissen. Mi piace tanto la pubblicità della pasta dentifricia Stomatol. Ha più di cent'anni e fece la sua comparsa sui tetti di Södermalm quando solo una famiglia su cinque aveva la corrente elettrica in casa e la città, di notte, era molto più buia! Accanto a noi, al momento dello scatto, una troupe cinematografica faceva riprese per The girl with the dragon tattoo, di Fincher, in uscita a fine anno.

Fine del post aneddotico.

3 commenti:

Davide ha detto...

Vorrei aggiungerne un altro di aneddoto... Mi è stato detto che vari anni fa, durante i lavori di rinnovo del quartiere, era stato deciso di rottamare l'insegna, visto che il prodotto reclamizzato non esisteva nemmeno più. Gli abitanti, affezionati alla scritta, hanno organizzato una petizione per mantenerla... e così è stato...

natalia_pi ha detto...

bella foto, e che buio! mi piacerebbe visitare Stoccolma prima o poi.
abito a Vienna, ma lì ci sarebbero belle opportunità di lavoro per il mio compagno, forse. per me, chi lo sa, oddio...
devo riuscire a passare di lì prima o poi, e riuscire a sentire se riuscirei a viverci bene o meno. considerato quanto mi butta giù l'inverno quaggiù, non ne sono certa :) mi sembra che voi ve la passiate bene, però!

Giusi ha detto...

natalia, il buio è l'elemento peggiore dell'inverno quassù. il freddo si sopporta molto meglio...
se passate da queste parti, battete un colpo!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails