venerdì 9 agosto 2013

Ombre animate.




Una metà dell'intelligenza dell'individuo é data da curiosità e attenzione verso ciò che ci circonda, l'altra metà dallo studio e dal duro lavoro. Ed é per questo che credo di essere mediamente intelligente.

Essere curiosi e attenti porta anche due principali vantaggi: 1) Si ha sempre qualcosa da raccontare in società. 2) Ci si annoia di meno.

Qualche giorno fa durante il volo Malaga-Helsinki i piccoli monitor dell'aeroplano hanno cominciato a trasmettere brevi video animati per intrattenere i passaggeri. Posso dire con relativa certezza che nessuno vi prestava attenzione, essendo i pochi passeggeri svegli tutti chini su (nell'ordine): smart-phones, tablet, riviste, libri. Anche io avevo il mio bel daffare, ma pur palleggiandomi tra disegno, lettura, sollevamento palpebra calante, ascolto musica, ascolto Giusi, ogni tanto un occhiatina al monitor ci scappava. Niente di che. Più che altro i soliti cartoni animati della nuova generazione (post simpsons), forzatamente strani e furbescamente scorretti. 
Ma improvvisamente alcune sagome nere in movimento hanno attratto la mia attenzione. E poco a poco tutte le attività che conducevo sono state costrette a lasciare spazio all'osservazione di uno strano, particolare e fantastico filmato di animazione. Mi sono girato verso Giusi per avvisarla della cosa e ho visto che anche lei ne era già stata assorbita. Praticamente gli unici due su tutto il volo. Fortunatamente siamo riusciti a cogliere qualche parola nei minuscoli titoli di coda che ci ha permesso una volta arrivati a casa di ritrovare il tutto.


Abbiamo scoperto il mondo di Zumbakamera, uno studio spagnolo di produzione di film e videoclip di animazione dall'attività molto interessante. Molto del loro lavoro prende come spunto visivo il teatro delle ombre e su questo innesta un'animazione grafica particolare, surreale e con un forte carattere simbolista, immediatamente decodificabile dallo spettatore. Le storie affrontano tematiche anche forti, sviluppandosi come favole di complessità via via crescente, che scorrono ipnoticamente su un nastro senza fine.
E, simbolismi o meno, i filmati sono godibili e curiosi.
Il film da noi visto è il quarto della serie Bendito Machine, vincitrice di numerosi premi internazionali.
Tutti i film della serie sono gratuitamente visibili sul loro sito.
Bendito Machine IV lo potete anche direttamente guardare qui sotto.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails